< Digital Marketing

Sviluppo Web

Realizzare il sito web per un’azienda è sempre il primo passo che consigliamo per chi vuole davvero essere trovato da nuovi potenziali clienti. In SWI riusciamo a individuare una soluzione personalizzata per ogni cliente, e lo facciamo attraverso i principali linguaggi di programmazione.  Il nostro supporto è costante: dalla creazione, lungo tutto lo sviluppo del progetto, fino alla messa online ed in seguito all’assistenza e sviluppo post go-live.

Come nasce un sito web

Il processo che ci permette di creare un nuovo sito web è articolato, ma qui ve lo racconteremo punto per punto.

Curare l’estetica

Accompagniamo nella realizzazione del sito web sotto ogni punto di vista: eseguiamo un’analisi approfondita creando proposte di layout grafiche che rispecchiano le esigenze del cliente. E se non c’è materiale su cui lavorare? Non è un problema, saremo noi a dare vita a tutto il materiale necessario: loghi, servizi fotografici e video che rispecchino la tua identità come azienda. 

Sviluppiamo progetti con nostro CMS custom o attraverso le principali piattaforme open source esistenti

Gestione Hosting

Partiamo dicendo cos’è un hosting: uno spazio online dove puoi salvare i file e i dati del tuo sito web, come testi, immagini, video, ecc. Per fare un paragone, è come se fosse una casa in affitto dove puoi mettere i tuoi mobili e i tuoi effetti personali.

Perché è utile avere un hosting? Perché permette di archiviare tutte le informazioni e i contenuti, oltre a rendere il sito visibile e accessibile a tutti gli utenti di internet, in qualsiasi momento e da qualsiasi dispositivo. Senza il sito web sarebbe come una casa chiusa a chiave, che nessuno può vedere o visitare.

Solitamente le web agency fanno da tramite, facendo acquistare ai clienti l’hosting, in SWI invece, possiamo offrire ai nostri clienti la possibilità di appoggiare il sito sui nostri server ad alte performance, registrando sempre il dominio a nome del cliente.

Valuteremo insieme la soluzione migliore in base alla tipologia di sito da creare.

Programmazione

La parola siti non è casuale, rappresentano luoghi (spazi web) in cui inserire pagine costituite da contenuti testuali e multimediali. Ognuno di questo elemento è formato da un codice, un linguaggio di programmazione. 

Di cosa si tratta? È un linguaggio vero e proprio che gli sviluppatori utilizzano per farsi comprendere dalle macchine, fornendo le istruzioni per visualizzare un’immagine, un testo, un video. I linguaggi di programmazione conosciuti sono Java, C++, PHP o Python.Una volta scelto il linguaggio serve un modo per organizzare le informazioni, ed è qui che entra in gioco l’HTML, HyperText Markup Language: si tratta di un linguaggio di marcatura (non di programmazione) che permette di indicare come disporre gli elementi all’interno di una pagina. Ogni sito utilizza questo formato per dialogare con i browser e permettere una corretta visualizzazione della pagina.

Siti Dinamici

Siti dinamici: contenuti aggiornati in tempo reale e interattivi, in cui l’utente può giocare un ruolo importante o essere direttamente il protagonista della navigazione.

Un sito dinamico è composto da pagine web i cui contenuti possono subire aggiornamenti e variazioni dipendenti da vari fattori. Questa tipologia di siti aprono un ventaglio di possibilità infinito tanto per il gestore quanto per l’utente, con possibilità di navigazione su più livelli di registrazione, aggiornamenti in tempo reale, inserimento di contenuti multimediali, creazione di network, vendite online (e-commerce) e molto altro. Tutte queste caratteristiche si possono riflettere anche in vantaggi in ottica di visibilità e di web marketing. 

I siti dinamici sono collegati a dei database che contengono tutte le informazioni: ogni volta che una pagina viene visualizzata in quel esatto momento vengono richiesti i contenuti, e questo processo potrebbe rallentare il processo. Oggi però è possibile ovviare a questo problema attraverso la staticizzazione dei siti: staticizzare significa alleggerire le pagine dei siti web minificando il codice sorgente, siano essi siti statici o dinamici; la diretta conseguenza è un miglioramento della velocità e quindi anche un’esperienza utente più soddisfacente.

Perché la nostra azienda punta su siti dinamici? Perché i motori di ricerca, Google nello specifico, hanno come obiettivo primario fornire all’utente delle migliori pagine web pertinenti ai termini della ricerca stessa, e in tal senso, un sito che offre una serie di informazioni aggiornate e approfondite su un determinato argomento avrà maggiori possibilità di posizionamento rispetto a un altro il cui contenuto resta invariato nel tempo.

Siti Statici

Siti statici: formati da pagine di sola lettura (contenuto statico) in numero limitato che subiscono aggiornamenti rari o pressoché nulli ad opera esclusiva del webmaster, il quale agisce in genere direttamente sul codice attraverso un editor web. 

Moltissimi siti di “vecchia generazione” o siti internet aziendali con valore prevalentemente istituzionale sono di questo tipo, ma ad oggi quasi nessuno li realizza più. Sviluppare un sito in HTML è sconsigliato e privo di logica per ragioni di tempistiche e flessibilità di aggiornamento.

Ai fini dell’indicizzazione è cosa risaputa che i motori di ricerca, particolarmente Google, preferiscano pagine web con contenuti sempre “freschi”, per questo motivo si predilige il ricorso a siti dinamici con CMS, molto più pratici da aggiornare.

 

C’è però un fenomeno interessante da menzionare, quello della “staticizzazione” dei siti dinamici: il ricorso a sistemi di programmazione che generano contenuti copia statici delle pagine dinamiche. Le motivazioni di questa moderna tecnica di generazione dei contenuti web sono da ricercare in uno dei principali fattori SEO, ossia la “leggerezza” di una pagina a livello di codice e contenuto. La staticizzazione di un sito, come spiegato precedentemente, consente infatti di creare siti web più semplici e performanti, diventando quindi la soluzione più veloce e affidabile per la pubblicazione di contenuti.